“Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto” (parte 1)

Negli ultimi mesi per la nostra famiglia si sono susseguiti tanti piccoli e grandi eventi che ci hanno fatto prendere sempre più consapevolezza della benevolenza di Dio su di noi. Sia chiaro benevolenza totalmente non meritata, perché non crediate che siamo persone specialissime o chissà che.

Siamo persone come tante e non credo che nell’incontrarci potreste mai notare qualcosa di particolarmente diverso da qualunque altra famiglia. Le macchie di sugo costanti sulle magliette le abbiamo anche noi, litighiamo, bisticciamo a volte pure urliamo. Lo so, non si dovrebbe ma a volte capita, a volte pure spesso.

Ci siamo sposati certi che il nostro timido e immaturo amore sarebbe stato accompagnato e redento da un amore più grande capace di eternità. Ci siamo fidati di questa parola e che non ci sarebbe mai mancato nulla del necessario per vivere.
Nei nostri immaginari tutto questo spesso ricadeva sulle necessità materiali ed invece Dio, il Dio dell’abbondanza ci ha enormemente sorpreso.
Ci ha sorpreso nell’abbondanza materiale e in tutte quelle risorse, idee, persone e mezzi che per mille vie sono arrivati a noi. E speriamo da noi ripartite.

Alcuni amici che frequentano il blog sanno benissimo che ci siamo conosciuti per puro caso, che nella tradizione cattolica si chiama provvidenza o come diceva un nostro amico Dioincidenza; perché il caso non esiste.
Proprio quell’incontro è stato l’invito , la conferma per iniziare il nostro percorso di educazione parentale.
Finì per caso su quel blog dove riconobbi subito una certa sintonia di Fede che mi venne confermata nei primi scambi di email.

Perchè vi racconto tutto questo? Perché in questa intensa estate appena trascorsa guardandoci indietro abbiamo riconosciuto quante volte questa abbondanza è stata talmente colma da farci piangere di gioia. Vorremo poter testimoniare nella semplicità che Dio davvero è fedele per sempre e davvero non ti fa mancare nulla.

Sistemando scatoloni e facendo il cambio degli armadi (si anche noi abbiamo questa incombenza che mi fa fumare le orecchie due volte l’anno) nell’organizzare le nuove sistemazioni ci siamo accorti che questo era il “parco scarpe” da cui ogni nostro figlio accinge man mano che cresce.


Ci sono tutte arrivate per mille vie, praticamente credo ne sia stato comprato neanche il 5%. Tutte le altre sono doni che arrivano sistematicamente puntualissimi. Vi assicuriamo che è molto più del necessario.
Ne abbiamo per dodici figli volendo.

Attraverso questi doni materiali e molti altri doni meno tangibili materialmente, viviamo la reale presenza di Dio nel nostro quotidiano.

Ci tenevamo a raccontarlo perché sono davvero tante le volte che ci viene chiesto “Ma come fate?” oppure “fare figli è economicamente fallimentare” .
noi chiediamo, supplichiamo il cielo di provvedere alle nostre necessità e giocando tutte le nostre capacità alla fine arriva davvero ciò che serve, spesso di più.

Siamo consapevoli, forse non sempre del tutto, che tutto questo è a maggior gloria di Dio. Non è certo per sottolineare la nostra bravura, bontà, capacità o qualsiasi altra capacità che ci possa essere affibbiata.
Tutto richiama, indica l’amore di Dio per le sue creature.
Certo noi non chiediamo una Ferrari, ma perché sappiamo che non è quello che vogliamo e sopratutto non è ciò che serve per essere felici.

A chi è titubante se lanciarsi a formare una famiglia, a mettere al mondo un figlio, a iniziare il percorso dell’educazione parentale invitiamo a guardare queste foto e a leggere i prossimi racconti. Chiedete e vi sarà dato bussate e vi sarà aperto cercate e troverete. Mai in questi otto anni ci sono mancate energie, idee, persone e mezzi per proseguire il cammino.

Spesso dobbiamo stringere i denti, ancora più spesso rivedere i nostri piani, praticamente sempre cambiare priorità o riconoscere di aver sbagliato. Costantemente scopriamo vie e possibilità più belle e grandi di quelle inizialmente progettate da noi.

To be continued…

2 Comments on ““Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto” (parte 1)

  1. Non vedo l’ora di leggere il seguito di questo entusiasmante racconto!
    Entusiasmante per la sua disarmante carica di gratitudine, per quell’Amore che trasuda da ogni singola parola, e trasforma la semplicità in qualcosa di eccezionale… così come l’eccezionale in meravigliosamente semplice. Grazie per essere così e per questa magnifica testimonianza.

  2. Ciao Elena,che bello leggere la tua testimonianza!
    E’ quello che stiamo vivendo anche io e mio marito con i nostri 4 figli… Dio è fedele! In 8 anni non ci è mai mancato nulla nonostante lavori solo mio marito e guardando alla disponibilità economica avremmo forse potuto permetterci solo 1 figlio (o neppure quello…).
    Per i primi due figli maschi ho sempre ricevuto vestiti e scarpe dalle mie cognate con figli più grandi, poi sono arrivate due gemelline e di femmine in famiglia non ce n’erano… ma Dio, che è buono e conosce ogni nostra necessità, ha provveduto anche per loro: mi sono arrivati vestiti, scarpe, giubbotti anche da persone che non conoscevo…
    Per non parlare dell’auto a 7 posti acquistata grazie a donazioni di amici, la vacanza al mare di quest’anno grazie sempre a una cara amica che ha avuto desiderio di farci un dono speciale. Grazie a Dio per tutto questo, grazie per il suo amore eterno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *