Il catechismo partendo dal rosario

Quella che vi racconto oggi è un’avventura, bella ed istruttiva in primis per noi adulti.
Nell’educazione che offriamo ai nostri figli c’è anche l’educazione alla fede cattolica. “Anche”, in realtà è un avverbio improprio in quanto in realtà tutto parte da qui.
Mai ci saremo sposati, mai avremo messo al mondo figli, mai avremmo fatto la scelta di educarli a casa se alla base non avessimo ricevuto noi per primi la fede cattolica dai nostri padri.
Così come ci è stata trasmessa, noi la trasmettiamo ai nostri figli, con tutti gli accorgimenti dovuti ad età, carattere, predisposizione, interesse ecc…
Lo abbiamo promesso il giorno del matrimonio e lo abbiamo ribadito il giorno del battesimo di ogni figlio.

Nessuno dei nostri figli è per il momento in età da scuola di catechismo parrocchiale, ma ora mai il nostro catechismo è iniziato e procede a gonfie vele, ben oltre e ben prima delle età anagrafiche delle classi parrocchiali.

L’esperienza ci ha confermato che è proprio vero che la fede cresce e si alimenta in famiglia fin da piccoli. Non è solo il catechismo imparato nelle sue formule a insegnare ma il quotidiano vissuto per primo dai genitori. L’ uno ti dice come si fa, l’altro te lo fa vedere.

In tutto questo, tempo fa abbiamo iniziato a recitare il rosario, all’inizio dicevamo con i bimbi solo una decina temendo che l’intero rosario fosse troppo.
Durante l’estate abbiamo condiviso un pò di giorni di riposo con amici carissimi, i quali invece il rosario lo dicono intero, con tutte le decine anche se le bimbe sono molto piccole.

Ci siamo riproposti di provare e i risultati sono stati bellissimi fin da subito.

La prima sera, nel tentativo di spiegare i misteri enunciati ai bimbi sono venute fuori un sacco di domande:
“Perchè l’angelo gabriele va da Maria?”
“Perchè Gesù muore?”
“Cosa vuol dire assunta in cielo?
” Che cos’è una corona di spine?”
e tante altre.
Così facendo nel semplice dire rosario, sera dopo sera, ci siamo accorti che stavamo facendo catechismo ai nostri figli, gli insegnavamo a pregare e con una preghiera bella, semplice, patrimonio secolare della chiesa, in comunione con il papa e i santi.
Le loro domande erano veramente tante e ne nascevano altre dalle stesse risposte, così mi sono messa di ingenio per presentare e spiegare i misteri del rosario in modo bello, con tanta arte che contraddistingue la nostra fede. In modo semplice, affinché potessero seguire cinque bimbi tra i sei e i 5 mesi.
Abbiamo un grandissimo telo e proiettore in casa ed ho appunto creato un power point con qui spiegare i misteri giorno per giorno.
Passo a presentarvi i primi cinque misteri che si recitano il lunedì e il sabato.
Qui il pdf da scaricare
il santo rosario

Ve lo presento

Si può ancora fare un catechismo semplice ai propri figli senza libretti brutti e costosi e perdite di tempo inutili come canti e balletti di indubbio gusto ed utilità.

La tradizione della chiesa è ricca di esempi semplici alla portata di tutti con semplici preghiere che nell’essere dette ti raccontano esattamente la vita di Gesù esempio che ogni cristiano deve seguire.
Poi c’è tutta la fatica di vivere quel vangelo che si è letto e pregato e noi genitori siamo i primi testimoni di questa meravigliosa battaglia. Battaglia fatta di gioia e fatiche, giorni più o meno difficili in cui noi per primi, siamo chiamati a quel combattimento spirituale che ci fa crescere nelle virtù, combattendo noi per primi i nostri vizi, il nostro peccato.
Perchè è assolutamente vero che la fede è un dono e una grazia ma anche una conquista che si ottiene combattendo.
I nostri figli ci guardano, e quello è il primo catechismo che vedono incarnato. Quello è ciò che davvero imparano.
Per questo è tanto importante essere autentici, veri, ammettere che anche per noi a volte è dura che non tutto viene spontaneo.
All’inizio di questo nuovo anni ci riproponiamo di continuare a pregare insieme e a crescere insieme. Vi facciamo dono di questo piccolo e primo catechismo familiare che tante grazie ci sta donando.
Non è nostro è della Chiesa che come madre accompagna sempre i suoi figli.

5 Comments on “Il catechismo partendo dal rosario

  1. grazie per la condivisione!
    la nostra strada è diversa; io sono nuova alla fede cattolica.
    abbiamo provato a pregare il rosario insieme e onestamente è stato assolutamente troppo per me. non volevo che sia una cosa che mi sentivo obbligata da fare che mi riempiva con angoscia… quest’anno sto provando di farlo una volta alla settimana da sola e vediamo che sviluppa. non ho dubbi che sviluppa 🙂

    • DIO ci viene sempre a prendere li nelle nostre povertà e con noi si mette in cammino. Grazie per questa tua preziosa condivisione.

  2. Cari amici,
    La recita del Rosario l’abbiamo.iniziata mio marito ed io diversi anni fa.
    Prima abbiamo provato la sera come “ninna nanna per i bambini e preghiera x noi.poi la mattina mettevano.la sveglia 20 minuti prima e i bambini si sbagliavano sentendo noi recitarlo.
    Poi lo recitavamo in compagnia di amici allasalla sera un piccolo.cenacolo a casa nostra.
    Da qualche anno si è trasformato in un cenacolo.familiare come il vostro.
    Dopo cena spegniamo.le luci e cerchiamo.un clima di raccoglimento.
    Alterniamo il rosario a Maria con quello della Divina Misericordia per i girongironi in cui ” siamo più stanchi e abbiamo meno tempo”.
    Abbiamo inserito delle intenzioni e una in particolare ci siamo accorti tutti che senza farsi troppo notare si è realizzata con la gioia di tutti.
    Maria nella nostra vita personale e familiare ci è Sempre stata accanto è una donna una moglie una madre che abbiamo.preso come punto di riferimento. Lei ci sta’ guidando nel conoscere ed amare suo Figlio.
    Grazie per questo post
    Vi ammiro molto.
    Un caro saluto
    Bea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *